MANTOVA. Museo diocesano Francesco Gonzaga, “Ultima Cena”, 1690-1700

Olio su tela, c. 1690-1700.  Opera di ignoto pittore mantovano che raffigura l’Ultima Cena.
Inventario numero 646. Deposito del Comune di Mantova.

Il grande dipinto, già attribuito a Giuseppe Orioli, proviene dal refettorio di uno dei monasteri e conventi soppressi sul finire del secolo XVIII; si ipotizza, dal primo monastero femminile mantovano dell’ordine benedettino dedicato a San Giovanni Evangelista, più noto come San Giovanni delle Carrette.

Gli Apostoli sono seduti dietro alla tavola rettangolare, eccetto Giuda in primo piano, di spalle e con un abito scuro, a fianco un simbolico cane bianco. Col braccio destro ha rovesciato una saliera, a significare che col tradimento egli respinge la missione assegnata dal Cristo agli Apostoli.
Cristo, che spicca per i colori delle vesti, distribuisce il pane dell’Eucaristia.
Una curiosità suggerisce l’origine mantovana, o quanto meno padana, del dipinto: tra i cibi sulla tavola, in un vassoio a destra, è anche una grossa fetta di quello che si può identificare con il formaggio grana.

 

 

 

 

Il Museo diocesano Francesco Gonzaga è stato inaugurato con una mostra straordinaria nel 1974 e trasformato in museo permanente nel 1983, ospitato nell’ex monastero di Sant’Agnese, fondato nel XIII secolo. Francesco Gonzaga (1546 – ​​1620; fu francescano e divenne vescovo di Mantova dal 1593 fino alla morte).

 

 

Immagini da:
https://www.tripadvisor.it/Attraction_Review-g187848-d2069614-Reviews-Museo_Francesco_Gonzaga-Mantua_Province_of_Mantua_Lombardy.html

Link:
http://www.museofrancescogonzaga.it/2017/07/inv646/


Regione Lombardia
Localizzazione: MANTOVA. Museo diocesano Francesco Gonzaga
Autore: ignoto
Periodo artistico: 1690-1700
Rilevatore: AC