VENEZIA. Chiesa di San Marcuola, Ultima Cena del Tintoretto

Olio su tela (157 x 443 cm), dipinto da Jacopo Robusti detto il Tintoretto (Venezia 1519 – 1594), 1542

Fu commissionata da Isepo Morandello presidente della Scuola del Sacramento, congregazione che aveva sede nella Chiesa che è intitolata ai Santi Ermagora (patriarca di Aquileia, in veneziano divenne Marcuola) e Fortunato, eretta nel XII secolo. Si trova sulla parete sinistra del coro.

Il dipinto reca sullo sgabello in primo piano al centro la data e la scritta: “MDXXX / XII /A DI XXVII / AGOSTO / IN TEMPO / DE. MISIER. ISE / PO MORANDE / LO. ET / CONPA / GNI”. Il dipinto venne posto nel presbiterio della chiesa insieme a un dipinto con la Lavanda dei piedi ora al museo del Prado di Madrid. La tela, nella prima metà del Settecento, subì alcune ridipinture poi rimosse da un restauro eseguito in occasione di una mostra dedicata all’artista nel 1937. Il soggetto, che Tintoretto trattò diverse volte nel corso della sua carriera artistica, è svolto frontalmente con la disposizione simmetrica degli apostoli ai lati di Cristo. Questi sono raffigurati in una serrata articolazione di pose dinamiche che conferisce grande mobilità alla composizione, caratterizzando nel contempo ogni figura con un proprio stato d’animo. A questo esito contribuisce la luce proveniente da sinistra che si insinua tra le figure degli apostoli, connotando altresì la scena di maggiore spiritualità. Ai lati della composizione le due figure femminili impersonano la Fede a sinistra e la Carità a destra.

Immagini e notizie da
https://www.venicecafe.it/tintoretto-ultima-cena-san-marcuola-interpretazione/

https://www.teggelaar.com/en/venice-day-5/


Regione Veneto
Localizzazione: VENEZIA. Chiesa di San Marcuola
Autore: Jacopo Robusti detto il Tintoretto
Periodo artistico: 1542
Rilevatore: AC