TEMPIO (Tv), fraz. Ormelle. La chiesa dei Templari, con Ultima Cena.

A Tempio, frazione di Ormelle, a circa 6 chilometri da Oderzo, attorno alla metà del XII secolo venne edificata dai Cavalieri Templari, ordine monastico cavalleresco, una chiesa dedicata a “Santa Maria”. Originariamente costruita all’interno di un complesso isolato all’interno delle proprietà fondiarie dell’Ordine.
I Templari si insediarono in questo luogo dove si snodava uno degli antichi percorsi romani: la Via Opitergium-Tridentum (Oderzo-Trento), vicinissima alla Via Postumia che collegava Genova ad Aquileia e la chiesa venne concepita come luogo di sosta per i pellegrini diretti in Terra Santa.
Il complesso subì successivi ampliamenti e nuove costruzioni, in particolare tra il XIV e il XVIII secolo, allorché ai Templari, il cui ordine venne soppresso nel 1312, subentrò l’Ordine dei Giovanniti, attualmente noto come Sovrano Ordine Militare di Malta, trasformando il complesso da ospizio per i pellegrini ad azienda agricola, costituita da un borgo recintato posto al centro di un’estesissima proprietà terriera, dotata di case e mulini, e dall’attuale paese. I Cavalieri di Malta vi rimasero per circa 400 anni.
L’intitolazione attuale di “San Giovanni Battista” appare solo nel 1777, anche se la chiesa continua ad essere più conosciuta come Chiesa dei Templari.
Nel 1797 Napoleone Bonaparte confiscò tutte le proprietà del Priorato di Malta poste a Tempio, vendendole poi nel 1810 a Gasparro Moro di Oderzo. Negli anni successivi parte degli edifici del complesso vennero abbattuti.
La chiesa odierna presenta i connotati dell’architettura romanica, navata unica e portico sviluppato sui lati sud e ovest. La facciata laterale a nord evidenzia le numerose trasformazioni avvenute nel tempo ed in particolare è possibile notare il segno della porta che immetteva nel cimitero.
L’interno è semplice e severo, solenne ed a navata unica che un tempo si concludeva in tre absidiole, di cui la centrale più ampia. Nel 1923 venne costruita l’abside centrale; nel 1953 furono demolite due cappelle sei-settecentesche poste sui lati della navata e venne inoltre distrutto il coro secentesco che conservava una volta a botte; al 1955 risalgono poi l’allargamento del transetto, le attuali absidi laterali e la sagrestia.
La torre campanaria appartiene ad un’altra fase costruttiva, dal momento che si addossa alla facciata senza connessione strutturale con quest’ultima. Il portico, pure aggiunto successivamente, sorregge arcate con capitelli di varie forme e materiali. Tra i pilastri del lato sud, sono inserite formelle tonde in pietra con la croce giovannita a bracci eguali, bianca su sfondo rosso, più in alto tra gli archetti sono visibili le croci templari affrescate in colore rosso.
La Chiesa possiede un piccolo tesoro, per quanto sbiadito dal tempo, rappresentato da un ciclo di affreschi -alcuni dei quali risalenti al periodo templare – che la tappezzavano sia all’esterno che all’interno. All’interno frammenti di affreschi tra cui una Madonna e San Antonio Abate del XV secolo.
Sotto il portico, in linea di massima, si distinguono tre distinte fasi esecutive.
La prima, la più antica, forse del XII-XIII secolo, riportava dei semplici elementi decorativi e testi in rosso su fondo bianco.
Tra il XIII e il XIV secolo buona parte di questi affreschi fu ricoperta con la “dormitio Virginis” ed episodi del Nuovo Testamento: Gesù tra i dottori del Tempio, il Battesimo di Gesù, la Tentazione di Cristo, la cena a casa di Levi, l’Ultima Cena, l’Ascensione di Cristo. Questi affreschi appartengono alla fase templare.
Infine, il terzo ciclo con il San Cristoforo (XIV-XV secolo) della facciata e successivamente la Madonna con Bambino in trono (XVI sec.) e la Crocifissione con la Maddalena dolente (XVIII secolo), quest’ultima realizzata sul tamponamento dell’antica porta laterale d’ingresso alla chiesa.
Il restauro degli affreschi sulle pareti del portico risale al 1988.

Info:
https://www.comune.ormelle.tv.it/home/vivere/storia/chiesa-di-Tempio.html#40c62c36-228c-46ec-9cce-75e488898339
https://www.parrocchiaditempio.it/
http://www.waltersoligon.de/c/
https://vocidaiborghi.com/2018/05/07/linsediamento-templare-giovannita-di-tempio-di-ormelle/
https://www.diegocuoghi.com/tempio/

 

 


Regione Veneto
Localizzazione: Tempio, fraz. Ormelle
Periodo artistico: XIII sec.
Data ultima verifica: 13/11/2020
Rilevatore: Marina Celegon