SPAGNA – TOLEDO. Cattedrale, Ultima Cena, altorilievo all’interno, 1732

Dietro il retablo dell’altare maggiore, nel deambulatorio, si trova El transparente, notevole opera scultorea in marmo e alabastro in stile barocco churrigueresco, realizzata tra il 1729 eil 1732 dall’artista Narciso Tomé.

L’opera, commissionata dall’arcivescovo Diego de Astorga y Céspedes, fu concepita come un retablo, con due corpi, uniti al centro da un oculo, simboleggiante il sole con i suoi raggi, circondato da un seguito di angeli e arcangeli in diverse posture. Da quest’oculo penetra la luce, a sua volta proveniente da un altro oculo situato nella volta sopra il Transparente, che va a illuminare scenograficamente il tabernacolo del retrostante altare maggiore.
Il retablo è formato, nella parte inferiore da una scultura della Vergine con Bambino e dai rilievi di Davide e Achimelec e l’incontro di Abigaille con Davide, dove si trova la firma dell’autore. Nella parte superiore si trovano le sculture di Santa Leocadia e Santa Casilda e sopra di loro l’Ultima Cena, più in alto, sant’Eugenio e sant’Ildefonso e, poste a coronare il retablo, le tre virtù teologali che erano state scolpite nel 1677.
L’Ultima Cena raffigura i dodici Apostoli dietro un piccolo tavolo rettangolare.

 

Immagini e testo da
https://www.catedralprimada.es/it/info/museos/transparente/


Regione Estero
Localizzazione: SPAGNA – TOLEDO. Cattedrale, Ultima Cena
Autore: Narciso Tomé
Periodo artistico: 1729 -1732
Rilevatore: AC