SPAGNA – CORDOVA Cattedrale dell’Immacolata Concezione di Maria Santissima, con Ultima Cena di P. de Céspedes, 1593-95

Sul sito si ergeva l’antica chiesa visigotica di San Vincenzo, dopo che i musulmani occuparono Cordova nel 756, l’emiro ʿAbdal-Raḥmān I nel 785 fece demolire la chiesa cristiana e intraprese la costruzione della grande moschea che fu ingrandita tre volte dai suoi successori nei secolo IX e X, finendo per coprire 23.000 m² e diventare la più grande del tempo.
Quando Cordova fu riconquistata dai cristiani di Ferdinando III di Castiglia, nel 1236, la moschea fu convertita in cattedrale.

Esisteva una cappella del “Santissimo Sacramento o della Cena”, situata tra il mihrab della moschea e la cappella di Santa Teresa in cui era posta una pala con una grande tela con la raffigurazione dell’Ultima Cena che rimase lì fino al 1912, data in cui, a causa di restauri, fu spostata per passare definitivamente, nel 1982, alla parete sud della cappella di San Pedro Mártir, nella parete ovest.

Questa pala d’altare fu dipinta dal pittore e teologo Pablo de Céspedes (Cordova,1538 – 1608) che realizzò quest’opera dopo il suo secondo viaggio a Roma (1582-1592), tra gli anni 1593 e 1595.
La tela è in una cornice scolpita da Juan de Ortuño nel 1595.
I tre dipinti sulla predella rappresentano, da sinistra, Elia confortato dall’angelo, l’incontro di Abramo e Melchisedec, e Sansone col leone.

La Cena presenta la colomba dello Spirito Santo al di sopra di Cristo che tiene in mano un’ostia; gli Apostoli sono in pose dinamiche attorno alla tavola rettangolare su cui stanno coppe di porcellana decorata, piatti, un coltello, una saliera e limoni. In primo piano un bacile e una brocca finemente lavorati che alludono alla Lavanda dei piedi.

Immagini e info da:
https://www-diocesisdecordoba-com.translate.goog/capillas/retablo-de-la-santa-cena?_x_tr_sl=es&_x_tr_tl=it&_x_tr_hl=it&_x_tr_pto=nui,op,sc


Regione Estero
Localizzazione: SPAGNA – CORDOVA Cattedrale dell'Immacolata Concezione di Maria Santissima
Autore: P. de Céspedes
Periodo artistico: 1593-95
Rilevatore: AC