SANSEPOLCRO (AR). Museo civico, Ultima Cena di A. e R. Cantagallina, 1604

 

Olio su tela (250 x 480 cm), opera dei fratelli Antonio e Remigio Cantagallina.
Esposta al piano terra – Sala 1.
Proviene dall’antico refettorio del Monastero delle monache di San Bartolomeo a Sansepolcro.
Interessanti sono le nature morte rappresentate dalle stoviglie e dai cibi disposti sulla tavola, insieme al particolare del diavoletto sotto lo sgabello di Giuda, che si volge verso lo spettatore e tiene la borsa con i denari.

Antonio Cantagallina, architetto e pittore, nacque forse a Sansepolcro nella seconda metà del Cinquecento ed è documentato sino al 1616. Risulta essere stato prete. L’unica memoria della sua attività pittorica è rappresentata dall’Ultima Cena, firmata e datata assieme al fratello Remigio nel 1604. Ad Antonio, che fu soprattutto architetto e di lui si conservano opere, si pensa debba essere attribuita l’intelaiatura architettonica del dipinto.
Remigio Cantagallina (1582/1583 – 1656) fu incisore e pittore.

Il primo nucleo del Museo risale al 1850, quando sono state raccolte nella sala decorata con l’affresco della Resurrezione di Piero della Francesca varie opere provenienti dal territorio circostante. L’attuale allestimento risale al 1975, ma è stato ampliato e modificato nel 1985-88 e con altri lavori effettuati dal 1994 al 1998. Questi hanno permesso il recupero di alcuni ambienti sotterranei dove è stata allestita un’esposizione di reperti archeologici.

 

Immagine da:
https://mmg.inera.it/frontend/san-sepolcro/oggetti-esposti/ultima-cena-3

Link:
http://www.museocivicosansepolcro.it/biografie.aspx
http://www.museocivicosansepolcro.it/collezzioni.aspx


Regione Toscana
Localizzazione: SANSEPOLCRO (AR). Museo civico
Autore: A. e R. Cantagallina
Periodo artistico: 1604
Rilevatore: AC