RUSSIA – MOSCA. Cattedrale di Cristo Salvatore, due Ultima Cena, fine XX secolo

 

Nella foto in alto, l’olio su tela di 300 x 400 cm, dipinto nel 1997 dal pittore russo Vasily Igorevich Nesterenko (nato nel 1967) per il Refettorio patriarcale della Cattedrale di Cristo Salvatore, dove è situato nell’ingresso che porta alle diverse sale.
In questa Ultima Cena, gli Apostoli sono intorno a una tavolo rettangolare, Giuda sulla destra, il solo senza aureola, sta a capo chino e tiene la borsa con i denari.


 

La Chiesa intitolata a Cristo Salvatore fu voluta dallo zar Alessandro I come ringraziamento per aver salvato la Russia da Napoleone nel 1812, ma dopo vari progetti e alterne vicende, la prima pietra fu posata nel 1839 e la cattedrale fu consacrata solo nel giorno dell’incoronazione di Alessandro III, nel 1883. Nel 1931 venne abbattuta per costruire il Palazzo dei Soviet, la cui edificazione fu però interrotta. La Chiesa ortodossa russa ricevette nel 1990 l’autorizzazione a ricostruire la cattedrale secondo il disegno originale, e la chiesa, decorata ad affresco da molti artisti russi contemporanei, fu consacrata nel 2000.

L’iconostasi (1) dell’altare maggiore ha solo quattro livelli e, all’interno del corridoio dell’altare, su entrambi i lati del vestibolo, l’Ultima Cena è raffigurata in due immagini.
Sul lato nord: il trono ha una patena con un pane; a destra, Gesù, volgendosi all’apostolo Pietro e stendendogli la mano, gli dona il suo Santissimo Corpo. Sullo sfondo, gli Apostoli Giacomo, Filippo, Tommaso, Giacomo figlio di Alfeo e Simone.
Sul lato sud: Cristo ha di fronte il calice e con Lui sono raffigurati gli Apostoli Andrea, Giovanni, Bartolomeo, Matteo, Taddeo e Paolo.

Immagini e notizie da:
http://allart.biz/photos/image/vasily_nesterenko_53_the_last_supper.html
http://new.xxc.ru/
http://tour.xxc.ru/
https://it.wikipedia.org/wiki/Cattedrale_di_Cristo_Salvatore_(Mosca)

Localizzazione: RUSSIA – MOSCA. Cattedrale di Cristo Salvatore
Autore: Vasily Igorevich Nesterenko
Periodo artistico: XX secolo
Note storiche:  (1) Nell'ambito della Chiesa ortodossa russa l'iconostasi (il tramezzo di separazione tra il presbiterio in cui si celebra la Messa e la navata in cui stanno i fedeli prevede, in genere, cinque ordini di icone: Patriarchi; Profeti; Feste liturgiche; Deisis / deesis (preghiera) che costituisce il registro centrale e principale dove si trovano le icone dei santi in posizione di preghiera intorno a Cristo Pantocratore; le icone locali o del tempio, poste nell'ordine più in alto, che vengono spesso cambiate a seconda della festività.