RUSSIA –  EKATERINBURG. Museo delle icone di Nevyansk, Ultima Cena, XIX secolo

Si tratta del primo museo privato di icone nella Russia moderna, basato sulla collezione personale dello storico Evgeny Roizman, con oltre 600 opere.
Le “icone di Nevyansk”, secondo i ricercatori, prendono il nome dalla prima capitale dei Demidov [la dinastia di industriali che controllava gran parte degli Urali e a cui lo zar Pietro I (1682-1725)  aveva affidato lo sviluppo della regione] e sono una delle più alte manifestazioni dell’arte della pittura di immagini sacre dei Vecchi Credenti (il movimento religioso che nel 1666-1667 si oppose alle scelte della gerarchia ortodossa russa, arrivando a separarsene in segno di protesta contro le riforme ecclesiastiche introdotte dal Patriarca Nikon.)
I pittori di icone che dipingevano nello stile “Nevyansk”, sostenuti dai Demidov, lavoravano non solo in quella città ma anche in altri villaggi minerari dove vivevano dinastie di artigiani di prim’ordine che realizzavano opere esclusivamente per privati.
La tradizione delle icone di Nevyansk fu attiva dal 1734 al 1919.

Una parte delle icone del Museo fu oggetto di una mostra nel 2009-2010 a Mosca alla Galleria d’arte Zurab Tsereteli.
Tra queste icone, una raffigura l’Ultima Cena con due Santi ai lati, realizzata nella prima metà del XIX secolo.

Immagini da:
http://www.museum.ru/alb/image.asp?46693


Regione Estero
Localizzazione: RUSSIA –  EKATERINBURG. Museo delle icone di Nevyansk
Periodo artistico: XIX secolo
Rilevatore: AC