PIACENZA. Basilica di Sant’Antonino, Ultima Cena di B. Castello, 1624


Olio su tela (500 x 290 cm) del genovese Bernardo Castello (1557 – 1629), racchiusa in una cornice intagliata e dorata, posta nel transetto sinistro, sopra l’altare
.
Sulla tavola ci sono  pani e agrumi. In alto angli e la colomba dello Spirito Santo.

 

Una prima basilica fu eretta tra il 350 e il 375 al tempo di san Vittore, primo vescovo di Piacenza, probabilmente nell’area dell’attuale transetto. E’ intitolata a Sant’Antonino, patrono della città. Probabilmente ebbe il ruolo di cattedrale fino al IX secolo. Nel corso dei secoli fu più volte ampliata, trasformata e restaurata. Fu ricostruita una prima volta nel 870; durante le invasioni ungare della prima metà del X secolo la basilica, ancora al di fuori della cinta muraria, riportò gravi danni. Nel 1004 fu ricostruita e ampliata sotto il vescovo Sigifredo, con elevazione della torre ottagonale e dei transetti. Attorno al 1230 venne sistemata la facciata nord e nel 1350 prolungato il transetto sinistro con la costruzione dell’atrio detto “Porta del Paradiso” su progetto di Pietro Vago. Nel 1483 venne edificato il chiostro di cui restano 3 lati, e nel 1495 il soffitto il legno a capriate fu sostituito da volte in stile gotico. Nei secoli successivi vennero operati nuovi interventi, che modificarono soprattutto l’interno, quali la costruzione dell’abside rettangolare e le cappelle laterali. A metà ottocento i capitelli furono rivestiti in stile neogotico floreale. Tra il 1925 e il 1930 fu la volta dei lavori di restauro affidati all’architetto Arata che, nel tentativo di riportare la chiesa all’aspetto originario, operò alcune demolizioni e ricostruzioni tra cui l’abbattimento di due cappelle cinquecentesche e la rimozione del portale barocco della facciata di piazza. Il risultato è una singolare disposizione planimetrica, a croce latina rovesciata, con alta torre ottagonale all’incrocio delle navate e l’accostamento di volumi e stili diversi che tuttavia la rendono tra le più interessanti testimonianze architettoniche di Piacenza.
Numerose sono le opere d’arte conservate all’interno della chiesa.

Immagini da Wikimedia e da:
https://www.beweb.chiesacattolica.it/benistorici/bene/6080277/Castello+B.+%281624%29%2C+Ultima+cena

Link:
https://it.wikipedia.org/wiki/Basilica_di_Sant%27Antonino

https://it.wikipedia.org/wiki/Bernardo_Castello


Regione Emilia-Romagna
Localizzazione: PIACENZA. Basilica di Sant'Antonino
Autore: Bernardo Castello
Periodo artistico: 1624
Rilevatore: AC