MOENA (TN). Chiesa di San Volfango, con Ultima Cena.

Ultima Cena, affresco di ambito tirolese, terzo quarto sec. XV

L’origine della chiesetta di San Volfango, accanto alla Parrocchiale, è controversa, probabilmente la sua fondazione si situa nella prima metà del XV secolo ed entro il 1432, anno in cui fu consacrata al titolo del santo vescovo tedesco, protettore dei boscaioli e molto amato dai moenesi. L’edificio è orientato a est, con facciata monocuspidata che reca in basso un portale affiancato da due finestre quadrangolari chiuse da inferriate, e in alto una finestra cruciforme sovrastata da un oculo circolare strombato. Ristrutturata nel XVII secolo.

Custodisce un ciclo di affreschi della seconda metà del Quattrocento, recentemente restaurati, d’autore ignoto, scoperti nel 1926 dal professor Valentino Chiocchetti. Esempio d’arte popolare, raffigurano: “Passione”, “Madonna della Misericordia”, “San Martino” e “Sant’Orsola e le undici vergini” e un’ULTIMA CENA.

Immagine da
https://www.vivoscuola.it/

Bibliografia
– Brovadan Daniela, La chiesa di San Volfango a Moena e i suoi affreschi, Stella ed, Rovereto TN 2002


Regione Trentino-Alto-Adige
Localizzazione: MOENA (TN). Chiesa di San Volfango - Strada Don G. Iori, 10
Autore: ignoto di ambito tirolese
Periodo artistico: XV sec., ultimo quarto
Data ultima verifica: 09/12/2020
Rilevatore: AC