LOVERE (BG). Galleria Tadini, copia del Cenacolo di Leonardo, stampa di R. Morghen

Incisione ad acquaforte e bulino (89,1x 43,3 cm, incisione; 93,3x 52,3 cm, battuta della lastra) di Raffaello Morghen (1758 -1833), disegnatore Teodoro Matteini (1754-1831); eseguita circa 1800, entro il 1833.

Vi sono altre copie di questa incisione in varie sedi, comprese le diocesi di Bergamo e Padova, il Palazzo Pretorio di Trento e il mercato antiquario. Al British Museum di Londra  diversi esemplari di questa stampa che attestano svariati stati della sua elaborazione.
La lastra in rame è conservata a Milano vedi articolo collegato
Iscrizioni in lettere corsive: “Leonardus Vincius Pinxit”; in basso, al centro “Teodorus Matteini delineavit”; in basso, a sinistra “Raphael Morghen sculpsit”. Iscrizione sacra (in basso), in lettere capitali: AMEN DICO VOBIS QUIA UNUS VESTRUM ME TRADITURUS EST [San Matteo Evangelista (Mt. 26, 20-21), San Marco Evangelista (Mc. 14, 17-18), Luca Evangelista (Lc. 22, 21-23), San Giovanni Evangelista (Gv. 13, 21)]. Sotto in lettere corsive: “Ferdinando III Austriaco Magno Hetruriae Duci”.

La stampa viene citata da Palmerini nel suo “Catalogo delle Opere d’intaglio del Cav. R.M.” (1810) in cui passa in rassegna tutta l’opera incisoria di Raffaello Morghen, sottolineando l’alta qualità dei fogli su grande formato tra i quali cita questa stampa. Niccolini (1878, p. 22 – 24) ne colloca l’esecuzione a Firenze insieme alla serie di incisioni da Raffaello definendola “la più perfetta e la più bella opera fino ad allora prodotta dal bulino di Morghen”. Crespi (2010, p. 80, n. 9) analizza il foglio sottolineandone l’esecuzione in folio grande (435×895) e data l’incisione tra il 1797 e il 1800. La stampa secondo Crespi è la medesima che possiede Goethe quando scrive all’amico Zelter nel 1817 raccomandandogli di osservarla “con attenzione e venerazione” al fine di comprendere appieno la struttura e bellezza dell’opera vinciana. (Crespi 2010, p. 14).

Immagine da
https://www.milanocastello.it/sites/default/files/1.%20Morghen.jpg (in occasione della mostra del 2017 su “Archeologia del Cenacolo. Ricostruzione e diffusione dell’icona leonardesca: disegni, incisioni, fotografie”)

Link
http://www.lombardiabeniculturali.it/stampe/schede/S0010-00566/


Regione Lombardia
Localizzazione: LOVERE (BG). Galleria Tadini
Autore: Raffaello Morghen
Periodo artistico: inizio XIX secolo
Rilevatore: AC