LONDRA. Royal Academy of Arts, Ultima Cena, di Giampietrino.

Discepolo diretto di Leonardo da Vinci e contemporaneo dei pittori Bergognone, Giovanni Boltraffio, Andrea Solario, Cesare da Sesto e Bernardino Luini, Giampietrino appartiene ad una generazione di artisti lombardi fortemente influenzati dai lunghi soggiorni di Leonardo a Milano.
La documentazione sulla sua vita e opera è molto scarsa, avendo una sola opera sicuramente datata: la pala d’altare della Chiesa di San Marino, a Pavia (1521). Tuttavia, Giampietrino è citato dallo stesso Leonardo nel suo celebre Codice Atlantico (1497-1500), e, successivamente, nel Trattato dell’arte della pittura (1584) di Paolo Lomazzo – che ricorda l’esistenza di un certo “Pietro Rizzo Milanese” .
Il suo testamento pittorico è composto sia da opere a tema sacro (rappresentazioni della Sagrada Familia, della Passione di Cristo e della Maddalena penitente, in varie chiese e musei lombardi), sia da scene mitologiche (Cleopatra, Museo del Louvre), ed è notevole per una sorprendente osservanza dello stile del suo maestro – come si può vedere nella sua copia dell’Ultima Cena, conservata alla Royal Academy di Londra, e in altre composizioni in cui riprende lo sfumato e la disposizione spaziale leonardiana (Vergine che allatta il Bambino con San Giovannino, Museo d’arte di San Paolo).

Info:
Olio su tela, 298 x 770 cm
Giampietrino, 1520


Regione Estero
Localizzazione: Londra
Autore: Giampietrino
Periodo artistico: VI sec.
Data ultima verifica: 19/11/2020
Rilevatore: Valter Bonello