IVREA (TO). Chiesa di San Bernardino, Ultima Cena di G.M. Spanzotti 1485-90

La Chiesa quattrocentesca, situata nell’area decentrata eporediese che ospita gli edifici industriali della Olivetti, ha notevolissimo interesse artistico per il grande tramezzo interno affrescato, in due tempi tra il 1485 ed il 1490 circa, con le Storie della vita e passione di Cristo da Giovanni Martino Spanzotti (Varese1455 circa – Chivasso, ante 1528).
Suddiviso in venti riquadri di metri 1,50 per 1,50, disposti intorno alla grande scena centrale della Crocifissione di circa 9 metri quadri, contiene anche, all’estremità sinistra del registro centrale, il riquadro con l’Ultima Cena che, con la vicina Lavanda dei piedi sono inserite in unico ambiente.

Il dipinto dello Spanzotti, si discosta molto rispetto alla tradizione iconografica: ricorda la celebrazione della Pasqua ebraica: gli Apostoli sono in piedi accanto alla tavola, alcuni con il bastone come cita Esodo 12, 14, pronti per la fuga dall’Egitto. In primo piano, al centro, c’è un uomo di schiena (il capofamiglia?)  che beve dal primo calice il vino (una delle quattro coppe della celebrazione) con la mano destra, il gomito appoggiato e piegato su un fianco, che dà inizio alla festa. All’estremità sinistra della tavola c’è Cristo (le caratteristiche della figura sono quelle presenti in altri riquadri); la figura all’estremità destra, con abito verde, è priva di aureola e potrebbe essere Giuda. Ma le figure degli Apostoli sono soltanto dieci, e non è chiaro il motivo di questa assenza.

La chiesa di San Bernardino, con annesso convento dei Frati Minori Francescani, edificata nell’arco di quindici mesi, fu consacrata il 3 febbraio 1457. L’edificio constava, a quella data, di una sola navata a pianta quadrangolare con volta a crociera e presentava un unico altare, insufficiente a consentire ad un gran numero di fedeli di assistere alle funzioni religiose. La devozione della cittadinanza nei confronti del culto di san Bernardino da Siena spinse i monaci a riprendere i lavori per modificare la chiesa: si prolungò la navata originaria, creando tra questa e la nuova un corpo di fabbrica a due piani e ricavando al piano terreno due cappelle. La nuova costruzione consacrata il 9 aprile 1465, assunse in tal modo l’aspetto di una chiesa conventuale, mantenendo separata la parte riservata alle funzioni per i soli religiosi da quella a cui i fedeli avevano accesso e costituendone dopo il XVI secolo, l’unico esempio in tutto il Canavese.
Pochi sono i tramezzi delle chiese francescane che si sono conservati e di quelli che raffigurano anche l’Ultima cena, oltre a questo, ci sono quelli di Varallo , Piancogno e Bellinzona.

L’8 settembre 1704, durante l’assedio di Ivrea, il maresciallo Vendôme, fece accampare i suoi reggimenti in San Bernardino, causando la rovina degli edifici. Altri danni dovuti ad accampamento di truppe si ebbero nel 1793. Infine, in seguito alla soppressione dei beni ecclesiastici, la chiesa conventuale divenne un granaio. Quando nel 1907 fu acquistata da Camillo Olivetti la zona conventuale era in completo abbandono. Nel 1955 furono restaurati e consolidati sia la chiesa che il ciclo di affreschi che ornano le pareti interne.
Il tramezzo dello Spanzotti è completato a livello dei due pennacchi centrali, dalla decorazione del Giudizio Universale e da uno spaccato dell’inferno con i dannati sottoposti alle più svariate torture, mentre nei due pilastri sottostanti sono raffigurati rispettivamente san Bernardino e Cristo come «Imago Pietatis»; da ultimo nei due semi pennacchi laterali, addossati alle pareti trovano posto la cacciata dal paradiso terrestre ed uno scorcio del purgatorio con le anime che si purificano, assistite dagli angeli. Gli altri affreschi, sparsi sulle pareti delle due chiese, quella conventuale e quella pubblica, sono opera di altri artisti del XV secolo.

Immagini da Wikimedia e da:
https://scrittoridiscrittura.it/senza-categoria/ultima-cena-di-gesu

Link:
http://archeocarta.org/ivrea-to-chiesa-san-bernardino/

https://it.wikipedia.org/wiki/Chiesa_di_San_Bernardino_(Ivrea)


Provincia Torino
Regione Piemonte
Localizzazione: IVREA (TO). Chiesa di San Bernardino
Autore: Giovanni Martino Spanzotti
Periodo artistico: 1485-90
Rilevatore: AC