GENOVA. Convento di Nostra Signora del Monte, Ultima Cena di O. De Ferrari, 1641

Il convento francescano, con l’annessa Chiesa, sorge nel quartiere di San Fruttuoso.

Nel refettorio del convento, un olio su tela di grandi dimensioni (740 x 340 cm circa), raffigura l’Ultima Cena di Orazio De Ferrari (Voltri, 1606 – Genova, 1657), firmata e datata 1641.
Non c’è alcuna documentazione storica del dipinto, che fu eseguito certamente per quella sede, adattandosi perfettamente alla parete del refettorio.
L’iconografia è più semplice rispetto a quella della tela in San Siro a Genova, Vedi Scheda.
Questo dipinto, a differenza di quello, è effettivamente un’Ultima Cena perché sulla tavola ci sono stoviglie, pani, l’agnello, frutta ecc. In entrambe le tele ci sono Giuda e il diavolo, a destra in primo piano; qui però Giuda è girato e guarda il tentatore che lo afferra per il polso.

 

Chiesa e convento. In origine, prima dell’anno mille, sul monte si trovava una piccola cappella votiva ma fu solo durante il XII sec. che si deliberò, così annota un antico atto notarile, la costruzione di un edificio molto più grande affidato ai canonici mortariensi. All’inizio del Quattrocento il complesso era in rovina e fu richiesto dai frati Minori osservanti che ottennero dal papa Eugenio IV i diritti sull’antico priorato mortariense. Grazie al finanziamento del doge Raffaele Adorno, furono ricostruiti chiesa e convento. Al termine dei lavori, nel 1444, una numerosa comunità francescana vi fece ufficialmente ingresso.
La chiesa odierna è il frutto di vari ingrandimenti e di una radicale ristrutturazione in stile barocco terminata nel 1658. Il convento invece presenta ancora la struttura quattrocentesca.

 

Immagine per cortesia dell’Ufficio beni artistici della Provincia S. Antonio dei frati minori di Genova, che ringraziamo.

Link:
http://www.santuariodelmonte.it/

https://it.wikipedia.org/wiki/Santuario_della_Madonna_del_Monte_(Genova)


Regione Liguria
Localizzazione: GENOVA. Convento di Nostra Signora del Monte
Autore: Orazio De Ferrari
Periodo artistico: 1641
Rilevatore: AC