FRIESACH (A). Il Bergfried, Ultima Cena nella Rupertikapelle.

L’imponente casa-torre venne costruita tra il 1180 ed il 1230 e fungeva da domicio per gli arcivescovi di Salisburgo. La torre è alta 28,3 m. ed ogni piano è ampio c. 100 mq.
Al pian terreno viene presentata la storia di Friesach, documentata fin dall’anno 860, ma esistente già in epoca romana. L’industria estrattiva di ferro e argento portarono la città a coniare il Friesacher Pfennig che era un mezzo di pagamento usato anche nei paesi circostanti e persino nell’alta Italia.
Al primo piano continua la documentazione della storia di Friesach, considerata la città più vecchia della Carinzia, fino al tardo Medioevo.
Il secondo piano è occupato dalla Rupertikapelle, che era la stanza dove gli arcivescovi di Salisburgo ed i vice-canonici celebravano le loro messe. La pittura parietale, dal XII secolo, lasciata per lungo tempo alle intemperie ne patì enormemente.
Nella parete N è rappresentato l’arrivo di Gesù a Gerusalemme; in quella a S è rappresentata l’Ultima Cena, molto deteriorata. Nonostante l’usura degli agenti atmosferici, in questi affreschi, pur deteriorati, si possono vedere l’alta qualità dei colori naturali adoperati come l’alto livello tecnico.
Il punto centrale della cappella è costituito da un polittico del XVI sec.
Il terzo piano, che in passato costituiva il soggiorno, è dedicato alla vita della borghesia di Friesach dall’inizio dell’età moderna fino al XX sec.
Nel piano superiore di soppalco, sono esposti reperti della cultura quotidiana borghese (stoviglie, medicinali, armi, ecc.).

Info:
Stadtmuseum am Petersberg – Friesach
tel. +43(0)4268/2213 – www.friesach.attourismusinformation@friesach.at