FIRENZE. ex convento di Sant’Onofrio di Fuligno – ASP, con Ultima Cena

ULTIMA CENA, frammento di affresco di Bicci di Lorenzo, 1419-1429

Il convento era chiamato di Fuligno dal nome delle monache francescane provenienti dall’Umbria che lo occuparono a partire dal 1419, mentre in precedenza (1316) aveva accolto un gruppo di suore agostiniane. Ristrutturato e abbellito nel Quattrocento (1429), con le nobili religiose suor Onofria de’ Conti d’Abruzzo e suor Giovanna di Onofrio degli Onofri che diedero grande slancio al convento, nel quale entrarono anche molte nobildonne fiorentine. Risale a quel periodo la decorazione con affreschi di Bicci di Lorenzo. Successivamente fu affrescato dal Perugino (1448 circa – 1523).
Il convento, soppresso nel 1800, fu in seguito adibito a educandato femminile, oggi, oltre al Museo (1), ospita l’ASP, Azienda Pubblica per i Servizi alla Persona.

Bicci di Lorenzo, pittore fiorentino (1373 circa – 1452), eseguì, nei locali del convento, che ora ospitano l’ASP, anche un’ULTIMA CENA; purtroppo mutila della parte superiore.

Immagine da Wikimedia Commons


Regione Toscana
Localizzazione: FIRENZE. ex convento di Sant'Onofrio di Fuligno - ASP - Via Faenza 48
Autore: Bicci di Lorenzo
Periodo artistico: 1419-1429
Note storiche: (1) A fine Ottocento i locali dell'ex convento furono in parte adibiti a Museo che oggi è diventato il “Museo del Cenacolo di Fuligno” e dedicato alla grande Ultima cena (1493-96) di Pietro Perugino, nell'ex refettorio del convento delle terziarie francescane, in Via Faenza 40, vedi: https://www.ultimacena.afom.it/firenze-museo-cenacolo-di-fuligno-ultima-cena-di-pietro-perugino/ Dal dicembre 2014 è gestito dal Ministero per i beni e le attività culturali, conserva varie opere quattro-cinquecentesche e, nella sala principale, anche affreschi di Bicci di Lorenzo (1430 circa) provenienti da altri locali dell'antico convento staccati dopo l’alluvione del 1966.
Rilevatore: AC