FIRENZE. Chiesa di San Cristofano a Novoli, Ultima Cena

ULTIMA CENA, frammento di pittura murale in terra verde, Stefano di Antonio Vanni, XV secolo

La chiesa, che sorge nel quartiere Novoli nella zona ovest di Firenze, è molto antica: già ricordata nel 1069, ne fu rettore dal 1473 Marsilio Ficino. L’antica abside fu distrutta durante gli ampliamenti del 1877. All’interno è una tavola con la Resurrezione di Cristo attribuita ad Alessandro Allori ed un affresco con la Madonna della Misericordia (1400 circa). In locali adiacenti, superati i resti di un antico chiostro, sulla destra della chiesa, c’è il lacerto di un affresco in terra verde con un’Ultima Cena opera del pittore Stefano di Antonio Vanni, (1405 circa – 1483), che fu uno degli ultimi continuatori, a Quattrocento inoltrato, dello stile tardogotico, specializzandosi nella realizzazione di pitture in “terra verde”.

La tecnica della pittura murale a monocromo in terra verde, prevedeva la realizzazione di un’omogenea stesura pittorica di tale colore che veniva sfruttata come colore medio e che dava tutta la scena l’intonazione verde. Su questo fondo veniva di solito tracciato il disegno eseguito a pennello e il chiaroscuro era creato con poche sfumature di verde, nero e bianco. Pochi altri colori, soprattutto ocre gialle e rosse, erano raramente utilizzati per piccoli dettagli e particolari decorativi come le bordature dei panneggi delle figure.
Tale tecnica consentiva di realizzare a basso costo superfici murali molto vaste e soprattutto era impiegato per quei luoghi considerati di minore importanza e di passaggio, oltre che per sottolineare aspetti pauperistici. La velocità con cui si potevano eseguire le decorazioni utilizzando questa tecnica e la grande economicità, ne favorirono l’uso soprattutto negli ambienti monastici e per le raffigurazione dell’Ultima Cena o Cenacolo; di quel periodo ci sono pervenuti pochi esempi (tra essi alla Pieve di Cercina a Sesto Fiorentino e nell’ex Spedale di San Matteo – Accademia a Firenze).

Purtroppo quest’opera è gravemente mutila. L’iconografia di questa Ultima Cena, ancora legata al gusto gotico, mostra gli Apostoli allineati su un lato della tavola che ha una prospettiva incerta e presenta il piano parzialmente ribaltato verso lo spettatore per mostrare meglio le vivande (come a Cercina).

Immagine da Wikimedia Commons


Regione Toscana
Localizzazione: FIRENZE. Chiesa di San Cristofano a Novoli
Autore: Stefano di Antonio Vanni
Periodo artistico: XV secolo