FIRENZE. Chiesa dei Santi Simone e Giuda, con Ultima Cena

ULTIMA CENA affresco a monocromo, ignoto pittore della prima metà del XV secolo

La chiesa fu edificata intorno al 1192 come piccolo oratorio dei Vallombrosani di Badia; fu ingrandita nel 1209. Ricostruita nel 1243, nel 1247 divenne parrocchia. Danneggiata nell’alluvione del 1537, venne rinnovata solo nel 1630, su progetto di Gherardo Silvani, grazie soprattutto a Bartolomeo Galilei, cavaliere di Malta. La chiesa è oggi officiata con il rito ucraino cattolico di osservanza romana.

Conserva un’ULTIMA CENA dipinta da un ignoto artista nella prima metà del Quattrocento con la tecnica a monocromo.
Purtroppo l’affresco manca di tutta la parte destra e ha una lacuna centrale.
L’iconografia è ancora tardogotica e gli Apostoli sono allineati su un lato del tavolo e Giuda, di cui è rimasto solo un frammento del volto, è isolato dall’altro lato.

Immagine da Wikimedia Commons


Regione Toscana
Localizzazione: FIRENZE. Chiesa dei Santi Simone e Giuda
Autore: ignoto
Periodo artistico: prima metà del XV secolo
Rilevatore: AC