FIRENZE. Battistero di San Giovanni, mosaico con Ultima Cena

Opera di incerta attribuzione, realizzata tra il 1255 e il 1330 circa

In uno degli spicchi della cupola ci sono le scene della Strage degli Innocenti, dell’Ultima Cena e del Bacio di Giuda che Roberto Longhi avvicinò allo stile di Taddeo Gaddi parlando di un “Penultimo Maestro del Battistero”. Lionello Venturi rilevò un forte senso per la decorazione derivata dai mosaici romani e gli intarsi cosmateschi, con figure robuste e massicce che possono richiamare le opere di Cimabue. Il nome del Gaddi venne però rifiutato, riguardo a queste storie, da Pietro Toesca e da Mario Salmi.
L’ipotesi più seguita resta quindi quella del “Penultimo Maestro del Battistero”, il più vivace dei maestri del ciclo, caratterizzato anche da un forte accento plastico.

Immagini e info
https://it.wikipedia.org/wiki/Mosaici_del_battistero_di_Firenze


Regione Toscana
Localizzazione: FIRENZE. Battistero di San Giovanni
Autore: 1255 - 1330
Rilevatore: AC