CREMONA. Palazzo Comunale, Ultima Cena di L. Miradori detto Genovesino, 1647-49

Dipinto a olio su tela (400 × 311 cm) di Luigi Miradori detto Genovesino (Genova, 1605 circa – Cremona, 1656 circa), 1647 circa.
Deposito del Museo Civico “Ala Ponzone”, numero inventario 1951; proveniente dal coro della chiesa di San Francesco a Cremona. La commissione venne al Genovesino dal nobile francescano Vincenzo Balconi, promotore del rinnovamento figurativo dell’area presbiteriale di San Francesco, dopo i lavori di ristrutturazione intrapresi nel 1645 .
Dal Catalogo p. 150: «È bellissima la figura di Giuda, di spalle, con la lunga chioma bionda e i folti mostacci: con la sinistra tenta di nascondere la borsa dei trenta denari, mentre il diavolo lo sta già incatenando a sé.» La scena è concitata e le fisionomie degli Apostoli hanno «… la caratterizzazione grottesca e sopra tono» (p. 38).
Per approfondire vedi Pagine da Catalogo Genovesino-CREMONA-Pal Com-UC

Bibliografia
GENOVESINO – Natura e invenzione nella pittura del Seicento a Cremona, a cura di Francesco Frangi, Valerio Guazzoni, Marco Tanzi Cremona, Museo Civico «Ala Ponzone» 6 ottobre 2017 – 6 gennaio 2018, catalogo della mostra, Officina libraria, Roma 2017

Immagine da Wikimedia Commons


Regione Lombardia
Localizzazione: CREMONA. Palazzo Comunale, Ultima Cena
Autore: L. Miradori detto Genovesino,
Periodo artistico: 1647-49
Rilevatore: AC