CONFEDERAZIONE ELVETICA – ROVEREDO (Grigioni). Chiesa di Sant’Antonio abate, con Ultima Cena

Documentata nel 1419, ingrandita intorno al 1620, la chiesa è stata completamente restaurata nel 2007. All’interno, altari con stucchi e paliotti in stile rococò, un frammento di pittura murale giottesca risalente alla metà del XIV secolo e un’ULTIMA CENA di fine ‘500 di ascendenza leonardesca.
La pittura murale con l’Ultima Cena, che fu ridipinta nel 1937 da Jeanne Bonalini, ha ripreso, grazie alla scoperta di una decorazione architettonica che la racchiude, un aspetto più consono al periodo in cui è stata eseguita, cioè il Rinascimento. L’architrave con le foglie d’acanto, le colonne policrome, i capitelli sono presenti solo in stato frammentario, ma ciò basta per dare al dipinto un effetto di prospettiva scenografica molto interessante.

Nel 2007 sono stati scoperti affreschi cinquecenteschi sulle pareti del coro. I lavori di rimozione di strati di scialbature hanno consentito la rimessa in luce di un dipinto ordinato a due registri: nella parte inferiore della parete si trova una scena legata alla vita di sant’Antonio abate.

Immagini e notizie da
http://ilmoesano.ch/spip.php?article557


Regione Estero
Localizzazione: CONFEDERAZIONE ELVETICA - ROVEREDO (Grigioni). Chiesa di Sant'Antonio abate
Rilevatore: AC