CONFEDERAZIONE ELVETICA – CUGNASCO GERRA, frazione Ditto di Cugnasco, Canton Ticino. Chiesa di San Martino, con Ultima Cena

Ultima Cena affresco della seconda metà del XV secolo

L’originario edificio medievale venne rimaneggiato nel corso dei secoli; nel XVI secolo la costruzione venne prolungata verso ovest. Fino al XVII secolo questo edificio fu la chiesa parrocchiale della comunità. Restaurato nel 1954.
All’interno, la navatella coperta da un soffitto ligneo a travature è decorata con affreschi dal XV al XVII secolo.
Nella calotta dell’abside la Majestas Domini fra gli Evangelisti (curiosamente ciacuno ha la testa del suo simbolo: leone, aquila, bue e angelo oppure le teste animali hanno un corpo umano); la Madonna del latte fra san Giovanni Battista, san Martino e sant’Antonio abate sulla parete sud della navata, affreschi attribuiti ad un maestro attivo attorno alla prima metà del secolo XV.

Nella seconda metà del Quattrocento un altro pittore dipinse la Teoria degli Apostoli nel cilindro absidale e l’Ultima Cena sulla parete nord della navata, e inoltre la Madonna in trono fra si santi: Lorenzo, Pietro e Abbondio (?) sulla parete di fronte e forse l’Annunciazione sull’arco trionfale.
Questa Ultima Cena presenta alcune particolarità: gli Apostoli sono 13, infatti si contano tredici seggi sormontati da edicole gotiche, compresa quella del Cristo, ma ad essi va aggiunto Giuda, sul davanti del tavolo, come abituale in queste iconografie. Inoltre Giuda ha un vistoso gozzo!
Il gozzo consiste nell’ingrossamento della tiroide e può essere classificato come endemico quando interessa più del 10% della popolazione di una determinata area geografica ed è causato dalla carenza di iodio. Il gozzo, fino a pochi decenni fa, era endemico in varie zone alpine (dalla Svizzera alla Val d’Aosta al Trentino Alto Adige a zone della Lombardia e del Piemonte) perché i cibi erano poveri di questo elemento, in particolare era limitato l’uso di prodotti ittici. Individui gozzuti sono raffigurati in alcuni affreschi medievali di questi territori.

Sempre nella seconda metà del secolo XV, vi fu una terza campagna decorativa sulla parete sud: Santissima Trinità, un Santo guerriero tra due vescovi e i santi Giovanni Battista e Sebastiano, attribuiti alla bottega luganese dei Seregnesi.
Invece gli affreschi manieristici con la Crocifissione, san Martino, la Fuga in Egitto, san Rocco e l’Orto degli ulivi, sono di Alessandro Gorla del 1603.

Immagini in parte tratte da
https://www.flickr.com/photos/renzodionigi/5128394379/


Localizzazione: CUGNASCO GERRA, frazione DITTO DI CUGNASCO, Canton Ticino CH Chiesa di San Martino
Autore: ignoto
Periodo artistico: seconda metà XV secolo
Rilevatore: AC