CASTELLO TESINO (TN). Chiesa di Sant’Ippolito con Ultima Cena

Ultima Cena e due donatori, affresco opera di ambito veneto risalente al 1436-1438. L’affresco si trova sulla parete sinistra interna e misura 175 x 537 cm.

La Chiesa dei Santi Ippolito e Cassiano fu eretta sui resti dell’antico forte nel 1436 per iniziativa del notaio Donato Peloso e completamente affrescata.
Nel Seicento, per ordine del vescovo, la chiesa subi numerosi adattamenti che videro la sostituzione del tetto a capriate con quello a cassettoni, il rifacimento del pavimento, lo spostamento dell’altare, l’abbattimento dell’originale porticato esterno, l’apertura di nuove finestre, ma soprattutto la totale intonacatura e imbiancatura che coprì tutti gli affreschi. Solo nel 1927 questi vennero casualmente riscoperti e, con una grande opera di restauro, riportati alla luce. Nell’abside campeggia il Cristo Pantocratore dentro la mandorla iridata, attorniato dai simboli dei quattro Evangelisti. Sull’arco di trionfo era affrescata una splendida annunciazione, di cui rimane solo la parte destra con l’arcangelo Gabriele. Nel registro sottostante sono raffigurati gli Apostoli. Di fronte siedono nuovamente gli Apostoli, destinati ad essere testimoni del Giudizio Universale dipinto nel registro sottostante (sulla sinistra le Mura di Gerusalemme e sulla destra l’Inferno).

Sulla parete sinistra, i principali temi sacri rappresentati sono l’Ultima Cena, la Trinità, l’episodio di san Martino e, nella parte inferiore, una incoronazione della Madonna con Bambino e angeli. Vi sono anche raffigurati gli episodi delle Stimmate di San Francesco, del Battesimo di Cristo e la Madonna con Bambino e Santi. Nella fascia inferiore trovano posto altri Santi e la particolare immagine del “Cristo della Domenica”, attorniato dai simboli delle attività proibite nei giorni festivi. Particolare di questa parete è il racconto, in 12 scene su due registri, del celebre “Miracolo dell’Impiccato” operato da san Giacomo maggiore, titolare del santuario spagnolo di Compostela. Molti degli affreschi riportano in basso le raffigurazione dei committenti. Tra le tante immagini di Santi sono individuabili almeno tre figure di sant’Antonio abate.

Testo e immagini tratte dal sito sotto indicato e da altri.
https://www.valledeltesino.eu/Scopri-il-Tesino/Territorio/Gallerie-fotografiche/I-paesi2/Castello-Tesino/La-chiesetta-di-Sant-Ippolito-e-Cassiano


Regione Trentino-Alto-Adige
Localizzazione: Castello Tesino (TN). Chiesa di Sant'Ippolito
Autore: ambito veneto
Periodo artistico: 1436-1438
Rilevatore: AC