BERGAMO. Aula della Curia vescovile o “Aula Picta”, con Ultima Cena

Affresco realizzato nel XIII secolo.

L’Aula della Curia Vescovile è l’ingresso al Palazzo Episcopale e si trova a fianco della Cappella Colleoni e della basilica di Santa Maria Maggiore. Documentata come “camera nova alta episcopatus” già dal 1225. Fu edificata unitamente all’ampliamento della attigua chiesa e originariamente si presentava imponente con un’altezza m. 9,40 che spiegherebbe il termine alta. In seguito venne posizionata una pavimentazione che divideva in altezza l’aula in due sezioni; qualla inferiore, poi adibita a deposito, era il luogo dove si svolgevano le udienze private.
L’aula fu completamente affrescata da autori ignoti con datazioni che vanno dal XII al XIV secolo, per questo è denominata “Aula Picta”.

Probabilmente la divisione dell’aula e gli affreschi furono realizzati durante i lavori di restauro commissionati dal vescovo Giovanni da Scanzo alla fine del XIII secolo.
Nel primo atrio vi è a destra l’ingresso al Palatium Episcopi. Sul lato sinistro, una bifora, probabilmente chiusa durante la ristrutturazione, riporta le effigi dei santi bergamaschi Narno vescovo, Viatore vescovo e Alessandro (in alto, a cavallo).
Al di sopra della bifora e alla sinistra di chi guarda, vi è il grande affresco raffigurante l’Ultima Cena e la Lavanda dei piedi. La tavola è riccamente apparecchiata, gli Apostoli sono su un lato , tranne Giuda.

Sono in corso indagini archeologiche nel sito e vi è il progetto di utilizzare l’Aula Picta come spazio espositivo del Museo Diocesano di Bergamo.

Immagini da Wikimedia Commons

Link
https://it.wikipedia.org/wiki/Aula_della_Curia_Vescovile


Regione Lombardia
Localizzazione: BERGAMO. Aula della Curia vescovile o "Aula Picta"
Periodo artistico: XIII secolo
Rilevatore: AC