Archivio dell'autore: feliciano

MODENA. Duomo, rilievo dipinto marmoreo del parapetto con l’Ultima Cena.

La cattedrale metropolitana di Santa Maria Assunta in Cielo e San Geminiano è il principale luogo di culto della città di Modena, chiesa madre dell’arcidiocesi di Modena-Nonantola. La cattedrale è stata edificata dall’architetto Lanfranco nel sito del sepolcro di san Geminiano, patrono di Modena, dove in precedenza, a partire dal V secolo, erano state già […]

Leggi Tutto

FINALE LIGURE, fraz. Perti (SV). Chiesa di Sant’Eusebio con dipinta una Ultima Cena.

Tra le chiese più antiche del Finale è quella dedicata a S. Eusebio a Perti. Risultato di diversi rimaneggiamenti, particolarmente in epoca barocca, la sua fondazione dovrebbe risalire al X o XI secolo. All’interno si trova la cripta romanica con vele sostenute da colonnine poligonali dai rustici capitelli sagomati. Del XIV secolo è invece l’abside […]

Leggi Tutto

FIRENZE. Cenacolo di Santa Maria Novella.

Il Cenacolo di Santa Maria Novella è un complesso decorativo composto da un olio su tela dell’Ultima Cena e un affresco con Storie di Mosè (310×520 cm) di Alessandro Allori, databile al 1585-1597 circa e conservato nel Museo di Santa Maria Novella a Firenze. Il grande refettorio del convento domenicano era in antico decorato da […]

Leggi Tutto

FIRENZE. Cenacolo di Andrea del Sarto a San Salvi.

Il Cenacolo è un grande affresco (525×871 cm) di Andrea del Sarto, databile al 1511-1527 circa e conservato nel Museo del Cenacolo di Andrea del Sarto, vicino alla chiesa di San Salvi, a Firenze. L’opera è stata realizzata in larga parte tra il 1520 e il 1525. La commissione risaliva addirittura al 1511, quando l’abate […]

Leggi Tutto

NONANTOLA (Mo). IL MUSEO. Evangelario di Matilde di Canossa con miniatura raffigurante l’Ultima Cena.

La visita del museo comincia con significative opere d’arte di chiese dell’Arcidiocesi di Modena-Nonantola. Il percorso prosegue con la visita alle sale del Tesoro Abbaziale, fra cui i codici dello scriptorium monastico. Oggi restano a Nonantola tre codici minati degli oltre 259 certamente prodotti dai monaci benedettini nel lavoro nello scriptorium monastico. Distruzioni, furti, doni […]

Leggi Tutto

MILANO. SPOLVERO. IL CENACOLO RIVELATO.

“La pittura è una poesia muta e la poesia è una pittura cieca”, ha detto Leonardo Da Vinci. È in questa sua idea che “Spolvero. Il Cenacolo rivelato” trova luogo: presenza e assenza, visibile ed invisibile, spolvero e rilievo. Un sistema circolare che sottrae l’opera per poi restituirla attraverso la fruizione collettiva e multisensoriale. Un’opera […]

Leggi Tutto

MILANO. L’ultima cena di Leonardo diventa multisensoriale.

Chi l’avrebbe mai detto che “L’ultima cena” di Leonardo da Vinci sarebbe stata fruibile anche per i non vedenti e gli ipovedenti? Con una tecnica ispirata all’alfabeto Braille, infatti, Lucrezia Zaffarano, Matteo Carbonara e Andrea Sartori hanno reinventato il cenacolo dell’artista toscano, proponendo una versione multisensoriale, che da ieri è esposta presso la Fondazione Stelline […]

Leggi Tutto

MANTA (CN). La Chiesa di Santa Maria al Castello, Ultima Cena.

La chiesa si raggiunge con un breve tratto di strada che scende dal castello verso l’abitato. Costruita presumibilmente da Valerano per il borgo, ne divenne la chiesa parrocchiale. In origine con un’unica navata conclusa dal presbiterio, la chiesa fu nei secoli successivi molto rimaneggiata, così, con la costruzione di cappelle laterali come quella funeraria di […]

Leggi Tutto