AUSTRIA – VIENNA. Chiesa dei Minoriti, con mosaico dell’Ultima Cena

Mosaico di Giacomo Raffaelli (1753 – 1836), terminato nel 1817

La Chiesa dei Minoriti fu costruita nel 1224 per volere del duca Leopold IV che, tornato da un viaggio da Assisi, volle donare un luogo ai frati francescani nella città di Vienna. Ancor oggi è punto di riferimento per la comunità italiana della città.

Nel 1807 Eugène de Beauharnais, figlio della prima moglie di Napoleone, commissionò al mosaicista più famoso dell’epoca, Giacomo Raffaelli, una copia del Cenacolo di Leonardo delle dimensioni uguali all’originale, destinata al Louvre. I lavori furono compiuti a Milano e durarono fino al 1917. Dopo la caduta di Napoleone, Milano era ricaduta sotto il dominio austriaco e l’opera fu rivendicata dall’impero asburgico che, l’11 agosto 1818, la trasportò a Vienna. Il mosaico fu prima posizionato al Belvedere e solo nel 1847 fu posto nella nella Chiesa Nazionale Italiana (chiesa dei Minoriti), come gli italiani ivi residenti chiedevano da anni.

Tale mosaico si basa sulla copia in scala originale del Cenacolo che Giuseppe Bossi, tra il 1807 e il 1809, eseguì su commissione del viceré di Milano, Eugène de Beauharnais. La pittura fu distrutta durante i bombardamenti del 1943, ma ne resta traccia anche nei lucidi preparatori conservati a Weimar.

Immagini e notizie da Wikimedia Commons e da
http://www.minoritenkirche-wien.info/daten/itcenacoloaltardetails.htm

https://unasicilianasottolaneve.it/2018/10/23/il-cenacolo-viennese/


Regione Estero
Localizzazione: AUSTRIA – VIENNA. Chiesa dei Minoriti
Autore: Giacomo Raffaelli (1753 – 1836)
Periodo artistico: 1817
Rilevatore: AC