AUSTRIA – KLOSTERNEUBURG. Abbazia, Ultima Cena dal dossale di Verdun, 1181

L’abbazia di Klosterneuburg è un monastero cattolico di canonici regolari agostiniani. La cappella leopoldina contiene un dossale d’altare realizzato nel 1181 da Nicola di Verdun, celebre orefice e smaltatore.
L’opera, che narra tutta la storia della salvezza, dalla rivelazione originale al suo compimento alla fine dei tempi, è formata da tre grandi pannelli che incorporano formelle di smalto su rame dorato.
Il registro superiore è chiamato “ante legem” e riunisce le scene bibliche dalla creazione del mondo fino a Mosè.
Il registro inferiore è chiamato “sub lege” e raccoglie le scene vetero-testamentarie successive alla rivelazione sul monte Sinai.
Il registro intermedio è chiamato “sub gratia” e racconta l’epoca del Messia, fino alla fine dei tempi. Le sue tre parti comprendono 45 lastre di rame dorato, inizialmente pensate come singoli pannelli di un ambone e successivamente assemblate nel 1331 dopo che un incendio devastò una parte significativa della biblioteca e dello scriptorium e l’allora prevosto Stefano da Sierndorf decise di trasformare l’ambone in un trittico d’altare, aggiungendo due colonne, di tre smalti ciascuna, collocate rispettivamente a destra e a sinistra dell’originaria colonna centrale. Per approfondire vedi tesi-ambone di Klosterneuburg.pdf

La formella con l’Ultima Cena è posta nel pannello centrale, registro intermedio, la terza da sinistra (n° XXIV) col titolo “CENA DOMINI”.
La rappresentazione mostra solo otto Apostoli e Cristo, al centro, intorno ad una tavola a forma ovale su cui ci sono due pesci e tre ciotole. Giovanni è appoggiato al Cristo; Pietro alla sua destra ha in mano un calice e, dal lato opposto del tavolo, Giuda riceve il boccone da Gesù.
Giuda tiene nella mano sinistra dietro alla schiena un pesce, simbolo di Cristo, e la posizione della mano simboleggia il tradimento.
L’iscrizione intorno recita: BINA·XPS· SUB·SPECIE· MANIBUS FRET(=FERT)·ECCE·SUIS·SE (Guarda, sotto forma di due figure tiene Cristo sé stesso nelle sue mani), che è un invito a guardare le mani delle figure e comprenderne il significato.

 

Immagine da:
https://www.finestresullarte.info/opere-e-artisti/il-medioevo-classico-e-prezioso-di-nicolas-de-verdun


Regione Estero
Localizzazione: AUSTRIA – KLOSTERNEUBURG. Abbazia Verdun
Autore: Nicola di Verdun
Periodo artistico: 1181
Rilevatore: AC