ALIFE (Ce). Cattedrale di Santa Maria Assunta, con Ultima Cena.

L’edificio venne costruito dal conte normanno Rainulfo di Alife fra il 1127 ed il 1135, inglobando una precedente struttura religiosa, con orientamento sull’asse nord-sud. Nel corso dei secoli ha subito più volte dei rifacimenti e principalmente nel 1450 ad opera del vescovo Moretta e, in maniera importante, a seguito del terremoto del 5 giugno 1688. Nel 1757 fu completato l’ampliamento delle tre navate. Dopo i danni subiti durante il terremoto del 1805, fu rifatta la facciata nel 1820.
La cripta fa parte dell’edificio originale in stile romanico; è divisa in tre navate da dodici colonne in pietra e con quattro corpi avanzati costruiti successivamente per reggere la cupola della cattedrale, termina con tre absidiole semicircolari. Al centro del pavimento resti dell’area termale romana.

All’estremità destra del transetto si trova la Cappella del SS. Sacramento e, al di sopra dell’altare barocco è vi è l’Ultima Cena, un dipinto ad olio su tela opera di un pittore ignoto, realizzata nel XVIII secolo.


Regione Campania
Localizzazione: ALIFE (CE). Cattedrale di Santa Maria Assunta
Autore: ignoto
Periodo artistico: XVIII secolo
Data ultima verifica: 2 novembre 2020
Rilevatore: AC